Cardo Mariano Frutti

Cardo Mariano Frutti

ITSP0387-75g
Iscriviti alla newsletter e ottieni il 10% di sconto. Clicca qui

Un infuso di cardo mariano è ottimo per contrastare sofferenze croniche del fegato derivanti da cause tossiche o metaboliche

SPEDIZIONE GRATUITA

Per ordini a partire da 59€

PAGAMENTI SICURI

Pagamenti garantiti e sicuri

SERVIZIO CLIENTI

Chiamaci: 0771 25 366

IMBALLAGGIO

Curato nei minimi dettagli

Descrizione

Cardo Mariano Frutti 

FAMIGLIA:

Asteraceae

LUOGO D'ORIGINE:

Europa orientale

NATURA DELLA PIANTA:

coltivata

DESCRIZIONE:

Si tratta di acheni scuri e obovati e compressi da pappi di setole dentate.

COMPONENTI PRINCIPALI:

silimarina  e isomeri (silibina-silidianina-silicristina) fino al 3% (per la Farmacopea Italiana IX ne deve contenere almeno 1%), olio essenziale, tiramina, istamima. Dal 16 al 28% olio grasso ad  alto tenore di  acidi grassi insaturi; mucillagine, acidi resinici amari, tannini catechici - Vitamina C. E. K., acidi organici; flavonoidi (quercetina, taxifolina, deidrokampferolo). 

INDICAZIONI:

Antiepatotossica, azione epatoprotettrice, azione antiossidante, debolmente spasmolitica. Per le caratteristiche di amaro-tonico-coleretico se ne consigliava l’impiego nelle forme di atonie  gastrica. Negli anni venti la pianta venne studiata come tonico vascolare capace di aumentare la pressione sanguigna. I semi sono indicati per contrastare la cirrosi e la steatosi epatica, l’epatite acuta e cronica, ipotensione arteriosa le sindromi emorragiche (epistassi, meno. Metrorragie, emorroidi sanguinanti: l’azione della silimarina  appartiene alla famiglia chimica dei 2-fenilcromanoni e deriva dalla condensazione della taxifolina con l’alcool coniferilico. La silimarina è costituita da tre stereoisomeri, tre flavolignani: la Silibina, Silidianina e dalla Silicristina. La silimarina dopo assorbimento intestinale, viene eliminata in piccola parte mediante l’emuntorio renale, mentre per la maggior parte  viene concentrata nelle cellule epatiche ed escreta  attraverso la bile nell’intestino da cui viene riassorbita - veicolazione enteroepatica). Ai frutti vengono riconosciute un’attività epatoprotettrice ed un azione rigeneratrice a livello dell’epatocita. Sembra infatti che acceleri sensibilmente il processo di rigenerazione del parenchima epatico in quanto viene aumentata la sintesi di RNA per stimolazione d’attività dell’RNA polimerasi. Le  proprietà antiossidanti della silimarina ne hanno suggerito l’uso anche in alcune terapie dermatologiche e in campo cosmetologico per contrastare eritemi, bruciature, dermatiti atopiche e psoriasi. 

PREPARAZIONE INFUSO:

un cucchiaino di frutti anche triturati, infuso in acqua bollente per 10-15 minuti; 3-4 tazze al dì, 1/2 prima dei pasti. 

Dettagli del prodotto

Prodotti Correlati ( 8 prodotti nella stessa categoria )

Registrati a Italia Spezie

Hai già un account?
Accedi oppure Resetta la password